martedì 14 novembre 2017

La fotografia sociale: Riis e Hine


Riis: Children
Se dovessi indicare un periodo temporale di cui ammiro la produzione artistica, indubbiamente sarebbe quel periodo che va dalla seconda metà dell'Ottocento ai primi decenni del Novecento. Si tratta di un periodo di transizione durante il quale gli artisti prendono coscienza di sé stessi, in cui ci si stacca dall'Accademia e si consolidano nuovi media, come la fotografia e il cinema.

La fotografia dell'Ottocento per me ha sempre avuto un fascino particolare, perché i pionieri di ogni genere hanno dato impulso a tutta una serie di grandi fotografi che hanno ampliato quelle semplici visioni. Le evoluzioni tecnologiche danno nuovi impulsi e nel decennio che va dal 1880 al 1890 si passa dalla macchina fotografica costituita da grossa scatola di legno con treppiedi e lastre di vetro su cui era spalmato il collodio umido a macchine più piccole con l'introduzione di un vero e proprio rullino da parte della Kodak, non poteva che far nascere qualcosa di nuovo.

giovedì 2 novembre 2017

Arte - Kei Ohkubo

Era da tanto che non sceglievo un manga di nuova pubblicazione da leggere. E' scoccata la scintilla con Arte, opera prima di Kei Ohkubo, edito in Italia da Planet Manga. Come ci racconta il titolo, è del mondo dell'arte che parliamo, in particolare del Rinascimento fiorentino.

Arte è il nome della protagonista, una ragazza di 16 anni, di nobili origini, con una passione smodata per la pittura. La lungimiranza paterna ha fatto sì che Arte potesse studiare, oltre alle buone maniere e all'istruzione basilare per una donna nobile dell'epoca, anche il disegno e la pittura. Purtroppo il genitore lascerà troppo presto la figlia e la moglie e qui inizieranno i guai per Arte.

mercoledì 11 ottobre 2017

Presidenti fantastici e dove trovarli

Newt, aiutaci tu! 
Sono assente da un po', nonostante i buoni propositi, ma negli ultimi tempi non riesco a programmare cosa farò da oggi al mese prossimo, è chiaro che il blog finisce per essere trascurato.
Bando alle ciance!
Non l'ho mai scritto prima, ma sono laureata in Storia dell'Arte, ho la fortuna di lavorare in un museo (tra le altre tante cose) e di conseguenza ho il piacere di conoscere e frequentare persone estremamente competenti nel loro mestiere, quando si parla di arte, mostre, spettacoli teatrali, musica, fotografia e tanto altro.

Lavorando con persone capaci, mi stranisce sempre più la nomina di direttori totalmente fuori contesto. Un esempio è Luca Bizzarri, comico e attore diventato famoso con il programma Le Iene, nominato presidente della Fondazione di Palazzo Ducale a Genova. Non so se sono stati più temerari i rappresentati di Comune e Regione Liguria o lui che ha accettato l'incarico, fatto sta che è stato definito dal Presidente della Regione, Giovanni Toti, "Competente e innovativo".

lunedì 4 settembre 2017

Cristo si è fermato ad Eboli - Carlo Levi

Ci sono tanti libri di cui tutti conosciamo i titoli, ma che in molti casi non abbiamo mai letto.
Di sicuro Cristo si è fermato ad Eboli è uno di questi. Citato continuamente quando si parla di questione meridionale, in realtà, quasi nessuno sa da chi e in quali circostanze è stato scritto.

A scrivere è Carlo Levi, di famiglia agiata torinese, che è mandato al confino per attività antifascista. Levi era di origine ebraica e ha la fortuna di formarsi in un ambiente privilegiato, ricco di contatti con i maggiori intellettuali di allora, scrivendo nella rivista di Gramsci, L'Ordine Nuovo. Si laurea in medicina, ma si dedicherà alla pittura come sua principale occupazione. Negli anni '30, dopo un secondo arresto, viene inviato al confino in Basilicata, prima a Grassano e poi ad Aliano (da lui citata come Gagliano).

venerdì 1 settembre 2017

Trolls - Mike Mitchell e Walt Dohrn

Chi di voi non ha mai avuto un pupazzetto dei Trolls? Negli anni 80' e 90' erano talmente diffusi che spuntavano ciuffi colorati praticamente ovunque. Io ne avevo un paio anche tipo spilla, che potevi decorarci i tuoi jeans, abbinandosi all'altra moda oscena dei ciuccetti.

L'anno scorso i Trolls sono finiti al cinema per Dreamworks e le bacheche dei social sono stati invasi da arcobaleni, glitter, roba scintillante e colorata abbastanza inquietante. L'effetto è stato simile ad Inside Out: gli adulti erano quelli più galvanizzati dall'uscita del prodotto cinematografico, condito da Justin Timberlake, che sembra aver fatto un patto con il Diavolo e non invecchiare mai: è davanti ai nostri occhi dall'epoca degli N' Sync, stesso periodo dei Trolls e dei ciuccetti malefici!

venerdì 23 giugno 2017

Diario di viaggio (11) - Nardò

fonte: Wikipedia
Era da molto tempo che non facevo un viaggetto da qualche parte. Unendo lavoro e piacere, ho visitato un altro spicchio di Salento. Nella mente di molti dire Salento vuol dire spiagge, solo spiagge. Ebbene, non è ovviamente così e il Salento della storia, dell'arte e della cultura non si ferma solo a Lecce e al suo barocco.
Per questa ragione sarebbe più corretto parlare di barocco salentino e non leccese, perché i vari comuni della zona hanno moltissimo da offrire.

Uno di quelli che mi ha stupito è stato Nardò. Di certo è un luogo molto turistico, in giro alle quattro del pomeriggio c'era un discreto numero di persone di varie nazionalità, ma forse è sempre un po' poco considerato quando si viaggia per il tacco d'Italia.

martedì 13 giugno 2017

Mostra CROSSROAD#3 - Eltono e Sten Lex

 So che è tanto che non scrivo. Purtroppo un po' gli impegni lavorativi e un po' la mia incapacità di essere costante. Forse dovrei sfruttare la mia passione per l'organizzazione e le agende per sviluppare una programmazione di quelle fatte bene.

Bando alle ciance! Oggi vorrei consigliarvi una mostra, per chi si trova a passare da Bari. Si tratta di una galleria privata, la Galleria Doppelgaenger, che propone artisti davvero interessanti e questa volta si è spostata, in un certo senso sulla grafica.
CROSSROAD#3 propone i lavori di Eltono e Sten Lex in una doppia personale. Vittorio Parisi, lo storico dell'arte nonché curatore della galleria, presenta i lavori partendo dal concetto del vagabondaggio, associato all'astrattismo delle opere proposte. Strizzando l'occhio alla grafica, che sia a colori o in bianco e nero, una delle caratteristiche che accomuna i due progetti è l'ambiente urbano.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...